lunedì 6 luglio 2015

Voglio Mettermi a Dieta: Dove Comincio?

Almeno una volta nella vita a tutti è venuta in mente questa frase: Devo/Voglio mettermi a dieta.


Ma da dove si comincia?

Iniziamo con la definizione della parola dieta, presa direttamente dal dizionario:


Dieta: regola di alimentazione per individui sani o malati, che prescrive quantità e qualità degli alimenti

Dobbiamo pensare che non ci si mette a dieta solo per dimagrire. 
Ci si mette a dieta soprattutto per sentirsi meglio.

Ci sono tante ragioni per cui una persona decida di mettersi a dieta:

  1. Ho un problema di salute, come colesterolo, diabete, pressione alta. Fidatevi, ci sono persone che all'apparenza sembrano sanissime, giovani e in forma, ma che comunque hanno problemi di colesterolo o di diabete ereditari.
  2. Negli ultimi tempi ho mangiato male: poca frutta e verdura, troppi grassi, pane, pizza, mangiare fuori più di una volta alla settimana.
  3. Ho un problema di sovrappeso, più o meno grave che col tempo mi può portare (o mi sta già portando) problemi di salute di cui si parla al numero 1.
  4. Ho un problema di sottopeso, mangio troppo poco, bevo poca acqua, mi sento spenta e senza forze.
  5. Devo entrare in quel vestito/ c'è la prova costume/ ho un evento importante e voglio essere perfetto.

Perdere peso richiede tempo, costanza e fatica. Restare in forma e stare bene richiede comunque costanza e fatica. Prendere peso nel modo giusto richiede comunque costanza e fatica. E tutte e tre le cose richiedono tanto, tanto spirito.

Non è possibile diventare Naomi Campbell in un mese. Con diete come la Dukan si perde peso in fretta, ed è vero, ma il peso bisogna soprattutto mantenerlo

Quindi, da dove si comincia?

Definiamo un obiettivo. Può essere perdere tot chili, far tornare nella norma quel valore che adesso è sballato, sentirsi e vedersi meglio perchè si mangia meglio.

Studiamo le nostre abitudini. Se avete uno smartphone scaricate un'app di diario alimentare. Se non lo avete basta un semplice quaderno o un'agenda dove annotare tutto quello che mangiate ogni giorno. Fatelo per una settimana, e alla fine tirate le somme. Vi servirà come punto di partenza per capire cosa vi manca e cosa mangiate troppo.

Pianificare Pianificare Pianificare. Sembra un mantra ma è secondo me la cosa essenziale. Qualsiasi sia il vostro obiettivo, il regime alimentare scelto, l'importante è pianificare, ma ne parlerò in un post futuro più approfonditamente.

La spesa. Una volta che avete pianificato, fate una lista delle cose che vi servono. Andare al supermercato con una lista di alimenti vi "costringe" a prendere solo quelli. Fate la spesa a stomaco pieno, se riuscite: se siete sazi mentre fate la spesa avrete meno voglia di comprare quelle cose extra e caloriche che non sono nella vostra lista e di cui non avete bisogno.

Meal Prep. Ovvero, in italiano, preparate quello che potete in anticipo. Anche su questo cercherò di fare un post dedicato.

Diario alimentare. Compratevi un'agenda giornaliera, un bel quaderno, una bella penna o dei colori che userete apposta per il vostro diario alimentare. O compratevi un'app. Avete pianificato, adesso dovete controllare se state seguendo il vostro piano. Arriverà un post per aiutarvi anche nella creazione del vostro personale diario alimentare ;)

Premiatevi! Ok, questa per me è una delle cose più importanti. Stabilite dei traguardi intermedi e premiatevi. Facciamo un esempio. Diciamo che il mio traguardo finale sarà tra quattro mesi. Stabilisco dei traguardi intermedi, diciamo ogni quattro settimane. Ho perso abbastanza peso in quattro settimane? Sono andato in palestra due volte a settimana o tre o tutte le volte che mi ero prefissato? Se si, mi regalo una nuova maglietta. O quel vestito o quel paio di scarpe o quella cravatta (anche gli uomini si mettono a dieta!) che volevo da tempo. Vi sentirete gratificati e soddisfatti e motivati a continuare.


Se siete arrivati alla fine di questo post siete davvero motivati a dimagrire. 

Nessun commento:

Posta un commento